Concorso letterario In Primis - Premio Giovani Scrittori

E' partita la seconda edizione di In Primis - Premio Giovani Scrittori, il concorso letterario dedicato ai giovani scrittori esordienti fra i 18 e 45 anni, promosso dalla Banca di Cherasco e da SEI Editrice.

Il concorso è riservato a scrittori esordienti fra i 18 e 45 anni che non abbiano alle spalle precedenti pubblicazioni cartacee (Leggi il regolamento completo) e che presentino un opera inedita in lingua italiana, di qualunque genere o lunghezza, non premiata o segnalata in altri concorsi.

Per partecipare invia entro il 31 Maggio 2012 una copia cartacea del tuo manoscritto a SEI Editrice - Corso Regina Margherita, 176 10152 Torino, accompagnata dalla domanda di presentazione e all'autorizzazione al trattamento dei dati personali, specificando sulla busta: Partecipa alla selezione In Primis - remio Banca di Cherasco  (Leggi il regolamento)
Il concorso è completamente gratuito e il vincitore realizzerà il sogno di qualunque scrittore esordiente: pubblicare e distribuire il proprio romanzo senza alcun contributo da parte dell'autore.
L'opera verrà pubblicata da SEI Editrice all'interno della collana SEI FRONTIERE - Collana Sestante.
A decretare il vincitore sarà una giuria tecnica (fra cui Luca Bianchini e Stella Sorcinelli vincitrice della scorsa edizione con il romanzo "I mammiferi felici ridono fino a tarda notte")accompagnata da una giuria popolare (Scopri come partecipare alla giuria popolare).
Se vuoi partecipare al concorso affrettati! Infatti saranno ammesse solo le prime 200 opere presentate.

Sappiamo le difficoltà nell’emergere in un campo difficile come la letteratura, per questo cerchiamo proprio quegli autori con un romanzo nel cassetto che ancora non sia stato valorizzato. Legare il nome della Banca di Cherasco a un’idea di questo tipo dà continuità alla politica del nostro istituto, che da sempre ha un occhio di riguardo per le nuove generazioni
(Giovanni Bottero - Direttore generale della Bcc Cherasco)

Per maggiori info visita il sito: www.in-primis.it oppure la pagina Facebook o Twitter

Commenti