Luigi Pirandello Citazioni

Ciò che noi conosciamo di noi stessi, non è che una parte, forse una piccolissima parte di quello che noi siamo. E tante e tante cose, in certi momenti eccezionali, noi sorprendiamo in noi stessi, percezioni, ragionamenti, stati di coscienza che son veramente oltre i limiti relativi della nostra esistenza normale e cosciente
***************************
Non c'è più pazzo al mondo di chi crede di avere ragione
******************************
Nulla è più complicato della sincerità
******************************
Ah, che vuol dir morire! Nessuno, nessuno si ricordava più di me, come se non fossi mai esistito...
(Il fu Mattia Pascal)
*****************************
Un desiderio vago, come un'aura dell'anima, aveva schiuso pian piano per lei, come per me, una finestra nell'avvenire, donde un raggio dal tepore inebriante veniva a noi, che non sapevamo intanto appressarci a quella finestra né per richiuderla né per vedere che cosa ci fosse di là.
(Il fu Mattia Pascal)
**************************
Vivo alla morte, ma morto alla vita
(Il fu Mattia Pascal)
*************************
Di ciò che posso essere io per me, non solo non potete saper nulla voi, ma nulla neppure io stesso.
(Uno, nessuno e centomila)
*************************
La facoltà d'illuderci che la realtà d'oggi sia la sola vera, se da un canto ci sostiene, dall'altro ci precipita in un vuoto senza fine, perché la realtà d'oggi è destinata a scoprire l'illusione domani. E la vita non conclude. Non può concludere. Se domani conclude, è finita
(Uno, nessuno e centomila)
************************
Una realtà non ci fu data e non c'è, ma dobbiamo farcela noi, se vogliamo essere: e non sarà mai una per tutti, una per sempre, ma di continuo e infinitamente mutabile
(Uno, nessuno e centomila)
*************************
La vera solitudine è in un luogo che vive per sé e che per voi non ha traccia né voce, e dove dunque l'estraneo siete voi.
(Uno, nessuno e centomila)

Commenti